. .
www.informacalcio.it
 
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Giovani Promesse...
. Vincolo annuale o pluriennale Go back
Autore Messaggio
panini

Registrato: 05/08/10 08:41
Messaggi: 91
Residenza: italia
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto: Vincolo annuale o pluriennale
A quanto sembra la maggior parte delle Società fa firmare ai genitori dei calciatori Giovanissimi o Allievi il vincolo pluriennale che lega fino ai 25 anni, invece che quello annuale o biennale . In Europa esiste solo in Italia e in Grecia, quando sarà abolito ? Come sempre ci adeguiamo all'Europa solo in cose negative .
pdn-lbr

Registrato: 29/11/03 17:06
Messaggi: 5255
Residenza: bresso
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto: Re: Vincolo annuale o pluriennale
panini ha scritto:
A quanto sembra la maggior parte delle Società fa firmare ai genitori dei calciatori Giovanissimi o Allievi il vincolo pluriennale che lega fino ai 25 anni, invece che quello annuale o biennale . In Europa esiste solo in Italia e in Grecia, quando sarà abolito ? Come sempre ci adeguiamo all'Europa solo in cose negative .


A parte il fatto che per la maggior parte il vincolo viene fatto firmare al momento del passaggio da allievi a juniores, Le chiedo: ma secondo Lei come deve fare una società che ha mantenuto un giocatore senza fargli pagare, iscrizione (parlo settore agonistico naturalmente), materiale di gioco e di allenamento, facendolo giocare su campi dove viene pagato l'affitto, allenati da allenatori con patentino regolarmente retibuito? Non mi dica dai biglietti e/o sponsorizzazioni perchè dovrei solo ridere!
Mi dia un alternativa a tutto questo. Noi siamo società dilettantistiche e non abbiamo contribuzioni dalla Lega Nazionale Dilettanti, nè tanto meno abbiamo regalie da parte del Comitato Regionale che, anzi, per iscriverci ai vari campionati chiede soldi, ci fanno pagare i cartellini, le visite mediche.
Provi a fare Lei il Presidente di una società dilettantistica e poi vediamo se ha ancora da ridire sui vincoli.
In questo momento non esiste una valida alternativa.
Saluti.
Fabrizio Marcandalli
Bresso Calcio
panini

Registrato: 05/08/10 08:41
Messaggi: 91
Residenza: italia
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto: Re: Vincolo annuale o pluriennale
pdn-lbr ha scritto:
panini ha scritto:
A quanto sembra la maggior parte delle Società fa firmare ai genitori dei calciatori Giovanissimi o Allievi il vincolo pluriennale che lega fino ai 25 anni, invece che quello annuale o biennale . In Europa esiste solo in Italia e in Grecia, quando sarà abolito ? Come sempre ci adeguiamo all'Europa solo in cose negative .


A parte il fatto che per la maggior parte il vincolo viene fatto firmare al momento del passaggio da allievi a juniores, Le chiedo: ma secondo Lei come deve fare una società che ha mantenuto un giocatore senza fargli pagare, iscrizione (parlo settore agonistico naturalmente), materiale di gioco e di allenamento, facendolo giocare su campi dove viene pagato l'affitto, allenati da allenatori con patentino regolarmente retibuito? Non mi dica dai biglietti e/o sponsorizzazioni perchè dovrei solo ridere!
Mi dia un alternativa a tutto questo. Noi siamo società dilettantistiche e non abbiamo contribuzioni dalla Lega Nazionale Dilettanti, nè tanto meno abbiamo regalie da parte del Comitato Regionale che, anzi, per iscriverci ai vari campionati chiede soldi, ci fanno pagare i cartellini, le visite mediche.
Provi a fare Lei il Presidente di una società dilettantistica e poi vediamo se ha ancora da ridire sui vincoli.
In questo momento non esiste una valida alternativa.
Saluti.
Fabrizio Marcandalli
Bresso Calcio


Come fanno nel resto d'Europa ? Premesso che ci vorrebbe una riforma globale del sistema calcio il cui anacronismo è una delle cause della rapida retrocessione del calcio italiano, in cui giustamente come dice Lei le Società soprattutto quelle dilettantistiche andrebbero sostenute da Federazione e quindi dalla politica, le sembra giusto che un ragazzo che non vuole più stare in una Società per mille motivi non lo possa fare se non ricattato con la richiesta di soldi ? Da quello che scrive sembra che questo sia l'unico modo perchè una Società sopravviva, -tra l'altro non so gli Allievi , ma molte Società fanno pagare l'iscrizione anche ai Giovanissimi-, facendo ricadere sull'anello più debole della catena, i calciatori dilettanti, la gravità del problema .
Io sono un semplice ex calciatore ed ex arbitro e padre di un giovane calciatore ed ammiro i Presidenti come Lei che ci mettono impegno e faccia come in questo caso, il vincolo pluriennale è tuttavia una piaga che fa smettere ed allontanare dal calcio tanti ragazzi .
pdn-lbr

Registrato: 29/11/03 17:06
Messaggi: 5255
Residenza: bresso
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto: Re: Vincolo annuale o pluriennale
Come fanno nel resto d'Europa ? Premesso che ci vorrebbe una riforma globale del sistema calcio il cui anacronismo è una delle cause della rapida retrocessione del calcio italiano, in cui giustamente come dice Lei le Società soprattutto quelle dilettantistiche andrebbero sostenute da Federazione e quindi dalla politica, le sembra giusto che un ragazzo che non vuole più stare in una Società per mille motivi non lo possa fare se non ricattato con la richiesta di soldi ? Da quello che scrive sembra che questo sia l'unico modo perchè una Società sopravviva, -tra l'altro non so gli Allievi , ma molte Società fanno pagare l'iscrizione anche ai Giovanissimi-, facendo ricadere sull'anello più debole della catena, i calciatori dilettanti, la gravità del problema .
Io sono un semplice ex calciatore ed ex arbitro e padre di un giovane calciatore ed ammiro i Presidenti come Lei che ci mettono impegno e faccia come in questo caso, il vincolo pluriennale è tuttavia una piaga che fa smettere ed allontanare dal calcio tanti ragazzi .[/quote]

Vede noi alla Bresso Calcio non facciamo pagare nè iscrizione, nè materiale dalla categoria giovanissimi B (quindi primo anno di agonistica). So che qualche altra società fa pagare fino ai giovanissimi compresi.
In base ai nostri conti ogni giocatore, a noi, costa mediamente (tutto compreso iscrizione campionati, affitto campi, allenatore, preparatore portieri, materiale, lavaggi, cartellini, visite, assicurazione ecc. ecc.) tra i 250,00/300,00 euro a stagione. Lo moltiplichi per 6 squadre (promozione, juniores regionale, 2 allievi regionali, 2 giovanissimi regionali) di 20 giocatori cadauno di media e poi vedrà esattamente quanto incidono.
E' chiaro che il vincolo è l'unico appiglio che abbiamo per rientrare di qualche spesa.
Faccio l'esempio: gli allievi '97 che decidono di passare a giocare l'anno prossimo in un'altra società diiversa dalla nostra firmeranno sicuramente il vincolo e quindi si potrà chiedere il premio di preparazione regolarmente previsto dalle norme federali.
Ci sono eventuali alternative? Ci dicano quali e noi presidenti siamo anche disponbili ad accoglierle, purchè ci permettano di rientrare dalle spese sopportate. La semplice eliminazione del vincolo non è per noi ipotizzabile, perchè ci sarebbero solo uscite e nessuna entrata.
Lei pensi a quelle società che hanno solo il settore giovanile fino agli allievi (es. Enotria, Acc. Inter, Aldini, Cimiano, Lombardia 1 ecc.) se non hanno queste entrate come fanno?
angelo42

Registrato: 17/06/03 12:18
Messaggi: 2422
Residenza: Bresso
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto: Re: Vincolo annuale o pluriennale
panini ha scritto:
A quanto sembra la maggior parte delle Società fa firmare ai genitori dei calciatori Giovanissimi o Allievi il vincolo pluriennale che lega fino ai 25 anni, invece che quello annuale o biennale . In Europa esiste solo in Italia e in Grecia, quando sarà abolito ? Come sempre ci adeguiamo all'Europa solo in cose negative .


il tesseramento biennale non esiste più da almeno 6/7 anni
Forza Unione

Registrato: 06/08/09 20:23
Messaggi: 818
Residenza: Soresina
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
@pdn lbr
è un mondo di chiacchieroni questo e ti metti anche a rispondergli!!! Tutti parlano e poi stanno a casa a guardare sky ... andate alla Bresso che hanno bisogno di uno che tira le righe e taglia l'erba (e gratis non come quando giocavate o arbitravate o allenavate)
panini

Registrato: 05/08/10 08:41
Messaggi: 91
Residenza: italia
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
Forza Unione ha scritto:
@pdn lbr
è un mondo di chiacchieroni questo e ti metti anche a rispondergli!!! Tutti parlano e poi stanno a casa a guardare sky ... andate alla Bresso che hanno bisogno di uno che tira le righe e taglia l'erba (e gratis non come quando giocavate o arbitravate o allenavate)


Domandare è lecito, specie se gentilmente, rispondere è cortesia .
Cosa ne pensa forza unione del vincolo, che è giusto che molti ragazzi non giochino più a calcio perchè non possono cambiare squadra dove non si trovano bene per mille motivi ? Perchè vengono unificate tante leggi e tante norme dell' UE e questa no ?
mrma

Registrato: 23/04/08 14:02
Messaggi: 245
Residenza: Bresso
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
@panini
forse quello che non è abbastanza chiaro a tutti i sig. genitori che si lamentano è che le società hanno un costo nel far giocare i ragazzi e questi costi sono facilmente elencabili(allenatore a cui corrispondere un rimborso, affitto dei campi, materiale da gioco, iscrizione ai campionati, costo dei cartellini, lavaggi delle maglie, visite mediche) e in qualche modo devono rientrare di questi soldi. Posso essere d'accordo sul fatto che ci sono società che fanno richieste economiche assurde per svincolare i giocatori, ma se un genitore pensa di poter andare via da una società con cui ha firmato il vincolo, senza fare in modo che alla società di appartenenza arrivi un ritorno economico vuol dire che non è nemmeno riconoscente nei confronti di una società che ha messo a disposizione del proprio figlio i servizi indicati precedentemente. Qui non si parla di lucrare sui ragazzi, ma semplicemente rientrare dei soldi che vengono spesi, perchè se nel mondo del dilettantismo chiudono sempre più società, vuol dire che non esiste guadagno, ma solo possibilità di tenere in piedi la baracca.
A tutti quelli che auspicano che venga tolto il vincolo sportivo, auguro di praticare uno sport dove le società non mettono a disposizione nulla(vedi scherma, tennis, pattinaggio dove i tesserati si pagano autonomamente le gare e le attrezzature)
_________________
IO SO' IO E VOI.....
panini

Registrato: 05/08/10 08:41
Messaggi: 91
Residenza: italia
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
mrma ha scritto:
@panini
forse quello che non è abbastanza chiaro a tutti i sig. genitori che si lamentano è che le società hanno un costo nel far giocare i ragazzi e questi costi sono facilmente elencabili(allenatore a cui corrispondere un rimborso, affitto dei campi, materiale da gioco, iscrizione ai campionati, costo dei cartellini, lavaggi delle maglie, visite mediche) e in qualche modo devono rientrare di questi soldi. Posso essere d'accordo sul fatto che ci sono società che fanno richieste economiche assurde per svincolare i giocatori, ma se un genitore pensa di poter andare via da una società con cui ha firmato il vincolo, senza fare in modo che alla società di appartenenza arrivi un ritorno economico vuol dire che non è nemmeno riconoscente nei confronti di una società che ha messo a disposizione del proprio figlio i servizi indicati precedentemente. Qui non si parla di lucrare sui ragazzi, ma semplicemente rientrare dei soldi che vengono spesi, perchè se nel mondo del dilettantismo chiudono sempre più società, vuol dire che non esiste guadagno, ma solo possibilità di tenere in piedi la baracca.
A tutti quelli che auspicano che venga tolto il vincolo sportivo, auguro di praticare uno sport dove le società non mettono a disposizione nulla(vedi scherma, tennis, pattinaggio dove i tesserati si pagano autonomamente le gare e le attrezzature)

@mrma
Come ho già scritto in precedenza mi rendo conto benissimo che allo stato attuale le Società si devono arrangiare come possono, l'indice puntato non è alle Società ma alle norme che sono diverse a quelle della UE a cui sempre la politica si appella in tutti i campi .Perchè anche da noi non dobbiamo arrivare al punto in cui una Società è aiutata nella giusta misura da Federazione e Stato ed un ragazzo non debba abbandonare il gioco che ama perchè non può cambiare squadra ?
MALEX01

Registrato: 15/09/06 21:14
Messaggi: 5577
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
Nella tarda mattinata di oggi si è svolta una riunione con i nostri allievi 97 reduci dalla ennesima soddisfazione (vittoria sul Meda e secondo posto nel titolo di campioni provinciali del comitato di Monza). Alla riunione hanno partecipato anche i genitori e oggetto principale la difficile ma possibile convivenza per la prossima stagione della under 21 F.C. Con la juniores regionale a. Tra le altre cose è emerso come quasi nessuno conosca le regole dei tesseramenti e soprattutto circa il fatto che terminata la fase allievi un atleta dovrà firmare un tesseramento che non sarà più annuale ma che praticamente lo vincolerà fino al 25 anno di età. Alla base del nostro progetto c'è la chiarezza nei rapporti e soprattutto il fatto che nessuno si deve sentire di peso presso il Real Milano che però avrà l'onere di dover gestire un numero di tesserati fino a ieri impensabile forse per tutte le categorie e si sta anche valutando l'opportunità delle presenza di una squadra femminile. Se qualcuno aveva diffuso notizie destabilizzanti circa la sopravvivenza del centro dopo la scomparsa del pres e' stato servito. Ed altro messaggio che lancio e che ho spesso rimarcato,e' che tutti sono necessari ma nessuno è indispensabile.Un grazie ancora ai nostri allievi 97 davvero splendidi.
mrma

Registrato: 23/04/08 14:02
Messaggi: 245
Residenza: Bresso
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
@panini
Io penso che anche con i regolamenti attuali, basterebbe semplicemente che le società chiedessero ciò che gli spetta senza volerci guadagnare cifre spropositate, ma soprattutto che i genitori si limitassero a fare i genitori, e non i procuratori per i propri figli.
Io credo che se i genitori insegnassero ai propri figli il rispetto e la riconoscenza nei confronti di chi ha fornito un servizio nel 99% dei casi otterrebbero quello che è giusto riconoscere nei confronti di un ragazzo(l'1% di ignoranti bisogna sempre tenerlo da conto).
Condivido pienamente il tuo pensiero(mi permetto di darti del tu) che un ragazzo non può smettere di giocare perchè la società pretende 2000 o 3000 euro per svincolare il ragazzo, ma sono dell'idea che visti gli sforzi fatti dalle società per garantire il necessario a un proprio tesserato, soprattutto in questo momento dove reperire i soldi è praticamente impossibile, ci debba essere un rientro economico.
_________________
IO SO' IO E VOI.....
MALEX01

Registrato: 15/09/06 21:14
Messaggi: 5577
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
mrma ha scritto:
@panini
Io penso che anche con i regolamenti attuali, basterebbe semplicemente che le società chiedessero ciò che gli spetta senza volerci guadagnare cifre spropositate, ma soprattutto che i genitori si limitassero a fare i genitori, e non i procuratori per i propri figli.
Io credo che se i genitori insegnassero ai propri figli il rispetto e la riconoscenza nei confronti di chi ha fornito un servizio nel 99% dei casi otterrebbero quello che è giusto riconoscere nei confronti di un ragazzo(l'1% di ignoranti bisogna sempre tenerlo da conto).
Condivido pienamente il tuo pensiero(mi permetto di darti del tu) che un ragazzo non può smettere di giocare perchè la società pretende 2000 o 3000 euro per svincolare il ragazzo, ma sono dell'idea che visti gli sforzi fatti dalle società per garantire il necessario a un proprio tesserato, soprattutto in questo momento dove reperire i soldi è praticamente impossibile, ci debba essere un rientro economico.

_________________________Il fatto è che non c'è uniformità di regole perchè l'attuale situazione viene risolta di caso in caso e se chi si occupa di questi fatti non è avveduto corri il rischio di dover pagare a caro prezzo il solo fatto di tesserare un ragazzo per farlo giocare magari in juniores e magari solo per uno o due mesi perchè magari il ragazzo abbandona per motivi suoi.- Purtroppo la stragrande maggioranza di persone non capisce nulla di norme sui tesseramenti e molti genitori credono che la firma di un tesseramento annuale sia il toccasana mentre il vincolo pluriennale una condanna a morte.- Noi sappiamo che a volte è esattamente vero il contrario e che mentre un vincolo si può sciogliere per mille motivi, il tesseramento annuale, finita la fase allievi, diventa a volte un serio ostacolo per il futuro del ragazzo ultimata la fase allievi.-
D'altra parte gli esperti sostengono che le attuali norme sui premi di preparazione sono una sorta di selezione dal punto di vista tecnico nel senso che se tesseri uno per l'eccellenza vuol dire che è più bravo di uno che viene tesserato per giocare in seconda categoria.- Però il ragionamento non è valido quando c'è di mezzo la juniores.- La gestione non è facile e per fortuna in tutte le società c'è almeno qualcuno che ragiona o con il quale si possa ragionare.-
Altrimenti altro che quanto ci dice panini, le squadre schiererebbero solo ultraventicinquenni e la regola dei fuori quota verrebbe immediatamente abrogata.- Ciò che però ho notato e di ciò me ne dolgo, l'assoluta mancanza di chiarezza da parte delle società, compresa la mia negli anni addietro, nel rapporto con i genitori al momento della firma del cartellino.- Forse nelle c.d. grandi ( o sorelle ) magari c'è più chiarezza nel senso che o vincolo oppure non giochi e ciò era possibile quando le stesse erano coalizzate ed erano appena 3 o 4.- Poi con l'espansione a 7, la concorrenza è spietata e pur di tesserare un ragazzo a discapito di un'altra gli fanno firmare l'annuale.- In sostanza constato che la situazione anzichè migliorare peggiora e la gestione di un settore giovanile diventa sempre più dispendiosa a partire dal costo dei semplici cartellini.-
Forza Unione

Registrato: 06/08/09 20:23
Messaggi: 818
Residenza: Soresina
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
@panini
Non conosco nessuno che ha smesso di giocare xè non si trovava bene in una società, conosco molte persone che non trovandosi bene si sono trovate serenamente senza preconcetti con la società e hanno trovato una soluzione, conosco altre persone che messe ai margini dalla loro società, non hanno trovato un accordo e a giugno hanno chiesto lo svincolo per inattività. Per tutto questo serve però conoscere i propri diritti e i propri doveri...
X l'Europa chiedi un po' ai tuoi amici all'estero cosa pagano per giocare/far giocare a calcio e poi riprendiamo il discorso...
MALEX01

Registrato: 15/09/06 21:14
Messaggi: 5577
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
Forza Unione ha scritto:
@panini
Non conosco nessuno che ha smesso di giocare xè non si trovava bene in una società, conosco molte persone che non trovandosi bene si sono trovate serenamente senza preconcetti con la società e hanno trovato una soluzione, conosco altre persone che messe ai margini dalla loro società, non hanno trovato un accordo e a giugno hanno chiesto lo svincolo per inattività. Per tutto questo serve però conoscere i propri diritti e i propri doveri...
X l'Europa chiedi un po' ai tuoi amici all'estero cosa pagano per giocare/far giocare a calcio e poi riprendiamo il discorso...

________Infatti secondo me l'unica cosa illogica di tutto il sistema è la firma del cartellino da parte dei genitori che vincolano un minorenne ad un legame contrattuale fino al 25° anno di età.- Se il vincolo contrattuale potesse essere firmato solo dopo la maggiore età non ci sarebbe nulla di strano.-Però le c.d. sette sorelle si accontenterebbero solo dei premi di preparazione o chiuderebbero i battenti ? Purtroppo anche in questa realtà i potenti hanno voce in capitolo presso la stanza dei bottoni e quindi acontentiamoci di ciò che passa il governo.- Però almeno nel forum possiamo evidenziare ciò che non ci soddisfa anche se l'analisi rimarrà fine a se stessa.-
Nexi

Registrato: 02/07/17 09:37
Messaggi: 1
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
panini ha scritto:
mrma ha scritto:
@panini
forse quello che non è abbastanza chiaro a tutti i sig. genitori che si lamentano è che le società hanno un costo nel far giocare i ragazzi e questi costi sono facilmente elencabili(allenatore a cui corrispondere un rimborso, affitto dei campi, materiale da gioco, iscrizione ai campionati, costo dei cartellini, lavaggi delle maglie, visite mediche) e in qualche modo devono rientrare di questi soldi. Posso essere d'accordo sul fatto che ci sono società che fanno richieste economiche assurde per svincolare i giocatori, ma se un genitore pensa di poter andare via da una società con cui ha firmato il vincolo, senza fare in modo che alla società di appartenenza arrivi un ritorno economico vuol dire che non è nemmeno riconoscente nei confronti di una società che ha messo a disposizione del proprio figlio i servizi indicati precedentemente. Qui non si parla di lucrare sui ragazzi, ma semplicemente rientrare dei soldi che vengono spesi, perchè se nel mondo del dilettantismo chiudono sempre più società, vuol dire che non esiste guadagno, ma solo possibilità di tenere in piedi la baracca.
A tutti quelli che auspicano che venga tolto il vincolo sportivo, auguro di praticare uno sport dove le società non mettono a disposizione nulla(vedi scherma, tennis, pattinaggio dove i tesserati si pagano autonomamente le gare e le attrezzature)

@mrma
Come ho già scritto in precedenza mi rendo conto benissimo che allo stato attuale le Società si devono arrangiare come possono, l'indice puntato non è alle Società ma alle norme che sono diverse a quelle della UE a cui sempre la politica si appella in tutti i campi .Perchè anche da noi non dobbiamo arrivare al punto in cui una Società è aiutata nella giusta misura da Federazione e Stato ed un ragazzo non debba abbandonare il gioco che ama perchè non può cambiare squadra ?

Buongiorno.Facendo una ricerca su internet su questo argomento e saltato fuori questa vostra discussione.Inffati adesso siamo in ballo con questa storia perché ieri ci hanno detto che dovremmo firmare fino al età dei 25 anni di mio figlio,quelli attuali di anni sono 17 e passa nella categoria juniores.Permetto che fino adesso solo di retta annuale ho pagato 300€,altri 50€ pulmino e altri 50€ di materiale,per non parlare di tutti i spostamenti che facciamo per le partite in casa e in trasferta.Quindi nessuno ci ha regalato niente e fatto gratis a noi genitori che ci permettiamo di fare qualche domanda Se alcune cose non ci sono chiare.Permetto che mio figlio non è un fenomeno e non pretende niente da nessuno,premetto anche le difficoltà delle società ma non sarebbe colpa nostra Se le società hanno difficoltà e non dovrebbero essere i ragazzi a pagare le conseguenze di questi disaggi,anzi dovrebbero essere tutelati e non guardare solo i propri interessi.Proseguendo,non sono affatto d'accordo con questa firma fino Ai 25,perché oltre a pagare un altra retta di 100€ e 50€ di iscrizione "cosa assolutamente ingiusta"devo anche firmare?ma anche no!Tu non mi stai assumendo e mi paghi e io dovrei firmare quasi 8 anni di contratto.Sarebbero poiché sufficienti 1 anno o al massimo 2 ed io sono libero di uscire senza essere legato da nessun vincolo.Certo se tu mi dai un tot al mese o al anno forse se ne può parlare...ma così siamo ancora a che il giovane non vale niente non ha nessun vive in capitolo e così sembra che voi fate i comodi dei ragazzi e dei genitori,invece il ragazzo fa tutti gli allenamenti con caldo e col freddo,fa le partite e rischia anche di farsi male,e invece non li viene dato importanza,sembra importante solo la società.Fosse per me consiglierei a mio figlio di chiuderla qua ci il calcio.Peccato o per fortuna che è la sua grande passione e grazie alla sua passione verrà usato in qualche modo da altre persone.Avrei voluto dire ai ragazzi di ieri alla riunione di non iscriversi nessuno e così si datano da fare a trovare altri ragazzi per fare la squadra della juniores.Comunque non me ne vogliate è solo un mio pensiero che sia giusto o sbagliato va rispettato come io rispetto i vostri di pensieri ma non condivido.Grazie e sinceri saluti
Mostra prima i messaggi di:   
.
.
.
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Giovani Promesse... Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

Powered by phpBB - Copyright © 2002-2004 the phpBB Group
phpbb.it
JustFooty phpBB Template v1.04 © 2004-2006 Jakob Persson / Tesseract Media (readme)
In cooperation with BeautifulGame.net football forum, forumthemes.org and bbstyles.net
Direttore responsabile: Mauro Boldrini - Editore SportWeb S.r.l. - 25124 Brescia tel. 030-6840464 - e-mail: info@sportwebinforma.it
Autorizzazione Tribunale di Brescia n. 45/2003 del 23-12-2003 - © Copyright SportWeb S.r.l.- Cod. Fisc. e Part. Iva n° 03572920175 - Tutti i Diritti sono Riservati
.
. . .