. .
www.informacalcio.it
 
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Siamo Dilettanti nel DNA...
. Donnarumma si Donnarumma no ..................... Go back
Autore Messaggio
MALEX01

Registrato: 15/09/06 21:14
Messaggi: 5549
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
Se non erro, credo nel 2006, a prima volta che acquisimmo il titola dal Marassi, l'allora presidente mi chiese di accompagnarlo ad un appuntamento in Brianza con un signore che si qualificava come allenatore patentato, di una certa età, e nel giro era anche accreditato. Esordì in questo modo: " ho pronta sponsorizzazione dagli 80 ai 100 mila euro......... io sarò il vostro allenatore e almeno una decina di giocatori mi seguiranno ". Mi spiegava il presidente che nel calcio dilettantistico questa situazione di legare una sponsorizzazione al personaggio che poi avrà un ruolo significativo all'interno di una società era molto diffusa ma spesso e volentieri chi la proponeva vendeva solo fumo. Così questo signore alla richiesta di anticipare prima dell'inizio del campionato un 25 % delle promesse, ovviamente dietro presentazione di fattura e sottoscrizione di contratto, ci diede un appuntamento di massima per la settimana successiva e, come aveva pronosticato il pres, di lui non abbiamo saputo più nulla. Negli anni scorsi tante situazioni del genere si sono ripetute alcune a buon fine altre più o meno come quella rappresentata. Quindi non meravigliamoci di nulla e di chi è al timone di una nave o di una semplice barchetta. Oppure ci scordiamo che per poter dare l'incarico di allenatore a Conte hanno dovuto ricorrere ad una sponsorizzazione ? Ormai non mi meraviglio più di nulla, chi attualmente governa è perfettamente uguale a chi si è appena alzato e chi siederà al suo posto sarà la fotocopia del predecessore. Nel calcio professionistico l'unica componente genuina e onesta intellettualmente è il tifoso, nel calcio dilettantistico chi va premiato è quello che butta via soldi,tempo e soffre quando le cose vanno male. Qualcuno divideva in due gli addetti ai lavori tra chi dal calcio prende e chi al calcio da. E ciò si verifica in piccola anche nei dilettanti che seguiamo forse più volentieri dei professionisti dove ormai comandano Sky e i procuratori e i presidenti sono costretti quasi sempre a subire anche con il sorriso sulle labbra, che poi può essere orientale o occidentale ma nulla o poco cambia.
Ultras Folgore Verano

Registrato: 04/07/06 19:59
Messaggi: 2232
Residenza: Verano Brianza
spacer
Rispondi citando Profilo Invia messaggio privato  
Messaggio Oggetto:
Non posso che concordare con gli ultimi post di Last e MALEX01.

Amo troppo il calcio dilettante per abbandonarlo, anche se la mia unica e vera squadra del cuore, la Folgore Verano, e' stata vergognosamente cancellata per meri interessi economici. Personaggi che a mio modesto parere con i dilettanti non c'entrano nulla e rovinano, distruggono la passione dei veri tifosi.

Se hanno tanto interesse a distruggere, che si buttino nel professionismo, ma lascino stare le splendide realtà locali dilettantistiche.
_________________
SEMPRE E SOLO FOLGORE VERANO !!!
Mostra prima i messaggi di:   
.
.
.
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum » Siamo Dilettanti nel DNA... Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

Powered by phpBB - Copyright © 2002-2004 the phpBB Group
phpbb.it
JustFooty phpBB Template v1.04 © 2004-2006 Jakob Persson / Tesseract Media (readme)
In cooperation with BeautifulGame.net football forum, forumthemes.org and bbstyles.net
Direttore responsabile: Mauro Boldrini - Editore SportWeb S.r.l. - 25124 Brescia tel. 030-6840464 - e-mail: info@sportwebinforma.it
Autorizzazione Tribunale di Brescia n. 45/2003 del 23-12-2003 - © Copyright SportWeb S.r.l.- Cod. Fisc. e Part. Iva n° 03572920175 - Tutti i Diritti sono Riservati
.
. . .